INCUBO A SHARM

Il terrorismo pseudoislamico ha colpito stavolta l’Egitto, nella nota località turistica di Sharm-el-Sheikh. I morti sarebbero 88, tra loro l’italiano Sebastiano Conti di Aci Trezza (CT). La barbarie e l’odio sembrano non avere fine. I due alberghi e il mercato colpiti dai criminali terroristi sorgevano (una ulteriore beffa?) lungo Peace Road, ovvero Via della Pace. Il nostro commosso cordoglio va ai familiari di Sebastiano, uniti nel dramma dei familiari di Benedetta Ciaccia, vittima anch’essa della furia cieca e omicida di terroristi assolutamente ingiustificabili.

Annunci

One thought on “INCUBO A SHARM

  1. A Ramadi foto aeree di Roma
    Trovate nel covo di un uomo di Al Qaeda
    C’è un filo diretto che lega Ramadi e Roma. Un filo che potrebbe macchiarsi anche di sangue: l’intelligence americana ha segnalato ai colleghi italiani un preoccupante ritrovamento avvenuto nella città considerata il cuore della rivolta irachena. Fermando uno degli uomini più vicini ad Al Zarqawi gli americani hanno scoperto volantini e parecchio materiale scaricato da Internet.

    Secondo quanto riferisce “Il Corriere della Sera” a far drizzare ulteriormente le antenne agli investigatori di casa nostra sono proprio le immagini prese dal Web, fotografie satellitari dell’aeroporto Leonardo Da Vinci e dell’Urbe, la Basilica di Santa Maria Maggiore e alcuni punti ristoro di McDonald’s. E non finisce qua: durante gli interrogatori, il terrorista ha ammesso di aver preso parte ad una serie di incontri per “pianificare attentati in Europa e in Italia”.

    Resta da appurare con esattezza a quale gruppo faccia riferimento il terrorista arrestato, quali siano i suoi contatti in Italia. Ma qualcuno avanza un’ipotesi diversa: l’hotel colpito a Sharm è uno dei più reclamizzati proprio in Italia. Quindi l’attetato di venerdì potrebbe già rientrare in una strategia di attacco – non solo mediatico – al nostro Paese.

    L’arresto è stato effettuato il 10 luglio.

    (da http://www.tgcom.it)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...