PARTE LA PETIZIONE POPOLARE PER SANTA CHIARA

Santa Chiara, con le sue bellezze architettoniche, artistiche, storiche rappresenta uno dei fiori all’occhiello della nostra Città. L’ipotesi di una sua trasformazione in complesso residenziale ha trovato dunque un po’ tutti profondamente contrariati ed anzi concordi nell’affermare la necessità di salvaguardare questo storico complesso da un utilizzo non conforme alla sua Storia passata e persino al suo presente. Lo sforzo che, senza inutili polemiche, chiediamo all’Amministrazione Comunale è quello di assegnare a Santa Chiara una diversa destinazione d’uso. Santa Chiara ha sempre rappresentato un punto di riferimento per la vita culturale del Borgo e vorremmo che questa impostazione, dettata dalla Storia stessa del luogo, venisse confermata.  Chi ha una pur minima confidenza con la progettazione sa che ogni disegno, ogni progetto può essere modificato in corso d’oper

a a ttraverso delle varianti. Il pericolo di perdere il finanziamento del Ministero se non realizziamo alloggi di edilizia popolare a Santa Chiara non esiste ed è evidente che vi sia una grande necessità di ristrutturare tale complesso edilizio. Lo scopo fondamentale del finanziamento governativo è la valorizzazione dell’edificio e, di conseguenza, di tutto ciò che lo circonda. Pur con i noti problemi di sicurezza sismica oggi Santa Chiara è uno dei luoghi più amati dai biturgensi e nessuno, senz

a a lcuna distinzione di appartenenza politica, vuole perderlo! Chiediamo dunque all’Amministrazione Comunale di accogliere la richiesta popolare: sì alla ristrutturazione di Santa Chiara, ma per potenziarne l’uso a sfondo culturale, non per l’edilizia popolare. In altri progetti finanziati dal Ministero si è parlato persino di modifiche di proprietà con l’acquisto da parte del Comune di volumi privati, se questo si può fare, perché non farlo con Santa Chiara? Un discorso analogo vale per l’ipotesi di realizzare una nuova scuola elementare al Campaccio (che dovrebbe accogliere, appunto, i ragazzi di Santa Chiara). Come già affermato da moltissime associazioni e privati cittadini, non solo di Sansepolcro, una tale soluzione andrebbe contro tutte le logiche della salvaguardia dei Centri Storici, ma soprattutto contro la sicurezza degli stessi 350 nuovi studenti previsti e di tutti quelli che già oggi frequentano il Liceo, la Collodi e il Margaritone. La richiesta che viene da più parti è quella di trovare una diversa collocazione per la scuola, vicino al Centro Storico, in un’area ben servita dalle infrastrutture viarie, nella totale sicurezza per i ragazzi. Chiediamo dunque all’Amministrazione Comunale sensibilità e conoscenza delle reali necessità della Città. Il buon governo nasce dal dialogo con la gente, non dalle imposizioni. Abbiamo scelto dunque di presentare al Comune una raccolta firme, una PETIZIONE POPOLARE in cui la gente comune che è la vera forza del nostro Borgo possa dare un proprio contributo al buon governo della Città. Al Sindaco, ai suoi Assessori, al Consiglio Comunale spetterà poi la sensibilità e la capacità di ascoltare la voce popolare.
Lista Civica “Viva Sansepolcro”

Date per la raccolta delle firme :
Lunedì 31 Ottobre, dalle ore 17 alle 20, Piazza Torre di Berta
Mercoledì 2 Novembre, dalle 12,30 alle 20, Piazzetta di Santa Chiara

Annunci

6 thoughts on “PARTE LA PETIZIONE POPOLARE PER SANTA CHIARA

  1. Ripeto per l’ennesima volta. Il voto favorevole di Viva Sansepolcro era ben motivato poiché un parere UNANIME del Consiglio Comunale avrebbe contribuito a guadagnare punti importanti per ottenere il finanziamento. Nel Contratto di Quartiere non c’è solo Santa Chiara, ma anche una serie di progetti degni di apprezzamento come il recupero di Santa Marta, l’allargamento di Piazza Gramsci, i camminamenti lungo le Mura ecc…Il casino non lo facciamo da adesso, ci sono nostre interrogazioni giacenti in Consiglio Comunale da mesi! E’ chiaro che, nell’interesse della Città, era bene discutere i progetti dopo aver ottenuto i finanziamenti. Un atteggiamento diverso sarebbe stato distruttivo e nocivo per la Città, non crede? Ora che i soldi ci sono vediamo di spenderli nel modo migliore, non mi sembra di dire cose assurde…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...