NUOVI SCHIERAMENTI IN CONSIGLIO

Come sempre impeccabile ed imparziale, Michele Casini ci spiega cosa è successo nel Consiglio Comunale di Martedì scorso. Le novità non mancano e, a dirla tutta, da un po’ di tempo a questa parte saremmo stupiti del contrario…
Seduta consiliare che ha vissuto momenti caldi quella di martedì nell’aula consiliare di Palazzo delle Laudi a Sansepolcro: a creare imprevisti e scompensi ancora un volta sono stati i temi legati al settore dell’urbanistica, che già tanto trambusto ha creato in città negli ultimi mesi. L’argomento è tornato alla ribalta con una mozione presentata da Alleanza Nazionale, che chiedeva l’istituzione di una commissione di indagine su quanto avvenuto il 21 ottobre scorso in consiglio con lo stralcio di un documento firmato da un membro della commissione urbanistica tecnica, che dissentiva dal verbale della commissione stessa e riportava nel testo tutti i problemi e le supposte irregolarità che lui stesso contestava. Era quel verbale un allegato da votare nel contesto della presa d’atto finale del piano strutturale: si ricorderà che proprio in quel caso Rifondazione Comunista si astenne e il sindaco Ugolini di conseguenza ritirò le deleghe di giunta ad assessori e consiglieri del Prc. An ieri nella mozione metteva nero su bianco soprattutto un nome, quello dell’azzurro Valerio vergni, vicepresidente del consiglio che in quell’occasione con funzioni di presidente operò lo stralcio su richiesta del suo compagno di partito Gorizi dopo aver consultato il segretario generale del Comune Finocchi. Ancora una volta è stato Gianni Gorizi a porre una pregiudiziale alla mozione della Destra perché fosse considerata irricevibile dal consiglio comunale, sostenendo inaccettabile un documento che metteva direttamente sotto accusa Vergni. A quel punto i gruppi consiliari di centrosinistra, Margherita e Forza Italia si sono espressi a favore della richiesta di Gorizi, il cui voto è stato determinante. mentre dall’altra parte per il no alla irricevibilità si è formato l’inedito schieramento formato da Alleanza Nazionale, Viva Sansepolcro (queste due forze spesso insieme nel voto in recenti occasioni) ma con l’aggiunta in questo caso di Rifondazione Comunista, anch’essa convinta che una commissione d’indagine avrebbe aiutato a fare chiarezza non solo sull’operato di Vergni ma anche e soprattutto sui contenti di quell’ormai famoso allegato del membro dissidente della commissione urbanistica tecnica. Si tratta evidentemente di un ulteriore strappo del Prc nei confronti di Centrosinistra e Margherita e di un ulteriore palese appoggio di Forza Italia alle linee di principio assunte sull’urbanistica dal sindaco e da chi lo sostiene. (di Michele Casini da La Nazione)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...