ORDINE PUBBLICO A SANSEPOLCRO

   Torna d’attualità il tema della sicurezza a Sansepolcro dopo una serie di atti di violenza tra giovani del luogo e coetanei di provenienza slava. Già alcuni mesi fa il problema si presentò, anche allora a seguito di alcune risse tra giovani della Valtiberina e coetanei di diversa provenienza geografica. Su nostra richiesta l’allora Sindaco convocò la Commissione Sicurezza e nei giorni successivi una presenza più numerosa di forze dell’ordine nei settori più “a rischio” del nostro Centro Storico funse da ottimo deterrente al ripetersi di certi eventi.
   Vi fu anche una certa polemica poiché secondo alcuni stavamo esasperando gli animi, ma l’evolversi dei fatti ci ha dato poi ragione visto che, semplicemente sollevando il problema alla pubblica attenzione, l’allora Sindaco fu costretto a intervenire e in quel caso prese una decisione giusta. Sempre allora chiedemmo a gran voce l’adozione di una politica di autentica e serena integrazione delle realtà non autoctone nel nostro tessuto sociale, nel pieno e immancabile rispetto della reciproca tradizione, storia personale e dignità. Il problema andava infatti affrontato non solo perché si era presentata un’emergenza, ma perché obiettivamente non è stata seguita in questi anni a Sansepolcro una autentica politica dell’integrazione.
   Ribadiamo dunque il concetto: Sansepolcro è un’isola felice, una Città tranquilla in cui ancora si vive in pace e dove fenomeni di razzismo e intolleranza sono quasi del tutto estranei. Tuttavia certi episodi non possono e non devono lasciare indifferenti poiché è proprio dall’indifferenza e dalla mancanza di dialogo tra realtà diverse che nascono poi i problemi veri. Una maggiore presenza delle forze dell’ordine e/o della polizia municipale sarebbe certamente un provvedimento opportuno.
   Questo chiedevamo mesi fa, questo chiediamo nuovamente oggi con preoccupazione per quanto è avvenuto e con la ferma intenzione di impedire in futuro nuovi episodi del genere.

Annunci

One thought on “ORDINE PUBBLICO A SANSEPOLCRO

  1. Il problema chiave è indubbiamente quello dell’integrazione, e servono politiche adatte. La questione va guardata nel suo complesso, è inutile vedere gli immigrati come un semplice problema da eliminare, come molti fanno, ma del resto non vanno visti nemmeno come utile manodopera da sfruttare il più possibile e poi chi s’è visto s’è visto, altrimenti si dà facilmente luogo a un clima ostile che sfocia in episodi spiacevoli.
    Vanno create le condizioni per una reale convivenza, e credo che a Sansepolcro esistano delle sensibilità in grado di condurvi (non per niente nei cartelli di ingresso a Sansepolcro c’è scritto Città della Cultura della Pace).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...