SANTA CHIARA: REFERENDUM SU COSA?

Il candidato Sindaco dei DS ha proposto nei giorni scorsi un Referendum Popolare sulla questione “Santa Chiara”, al centro di una forte iniziativa di Viva Sansepolcro nei mesi scorsi.
Le firme raccolte da Viva Sansepolcro sono state circa 2700 per cambiare la destinazione d’uso a Santa Chiara e circa 2650 per costruire la nuova Scuola Elementare in un luogo diverso dal Campaccio.
L’iniziativa si rese necessaria dopo mesi di assoluto silenzio da parte dell’Amministrazione su un progetto che prevedeva la realizzazione di una quindicina di appartamenti nel complesso monumentale di Santa Chiara, sede attualmente della Scuola Elementare “Edmondo De Amicis”. Poiché il Comune non aveva adempiuto ai suoi doveri di Legge nell’informare correttamente i cittadini, ci “sostituimmo” agli organi preposti per far giungere a tutti la realtà dei fatti e dei progetti. Su questo e su altri poco edificanti “passi falsi” l’Amministrazione Comunale di Ugolini, che oggi si ri-propone sostanzialmente uguale nei metodi e, in parte, negli uomini cadde a seguito dell’accettazione della mozione di sfiducia firmata da Viva Sansepolcro e da Rifondazione.
Le nuove residenze dovrebbero sorgere nel complesso degli Ex Magazzini del Tabacco, una parte dei quali si è recentemente scoperto che sono di proprietà comunale! I Magazzini infatti furono dati in uso gratuito alla Manifattura dei Tabacchi circa cent’anni fa con una clausola che avrebbe “restituito” i Magazzini al Comune quando fosse cessata l’attività manifatturiera. Parte di quei locali sono dunque di proprietà comunale…Alcuni mesi fa fu persino lanciata la proposta di comprare i Magazzini, spendendo circa 3 milioni di euro…avremmo insomma speso 6 miliardi del vecchio conio per comprare un immobile già nostro! In tanti anni non se n’era mai accorto nessuno degli amministratori, c’è voluto un bravissimo funzionario, il Commissario Prefettizio appunto, per scoprirlo!
Con lo spostamento delle residenze di Santa Chiara agli Ex Magazzini salta definitivamente anche il progetto della Scuola al Campaccio, poiché una parte delle aule sarebbe confluita proprio in quei locali.

Pertanto su cosa vuole farlo il Referendum Bruno Graziotti? Riteniamo che i cittadini di Sansepolcro abbiano già espresso chiaramente il proprio parere, sia attraverso la nostra raccolta firme, sia nelle Assemblee Pubbliche convocate dall’Amministrazione Comunale.
Casomai sarà opportuno stabilire, anche attraverso consultazioni popolari, la nuova destinazione di Santa Chiara. Viva Sansepolcro rilancia, come nei mesi passati, il progetto di rendere Santa Chiara il Centro Culturale per eccellenza della Città, convogliando in quei prestigiosi locali sedi di Associazioni e altre iniziative artistico-culturali quali una Scuola di Musica, senza scartare l’ipotesi balenata alcune settimane fa di una possibile sede universitaria distaccata. Come al solito dunque, da Viva Sansepolcro non si limita alla polemica fine a sé stessa, ma porta sempre una proposta concreta.

Annunci

One thought on “SANTA CHIARA: REFERENDUM SU COSA?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...