LO SPIRITO BUITONI

Riporto dall’ultimo numero del Difensore Civico un bellissimo articolo di Laura Polverini sul pastificio Buitoni…
La mattinata di Lunedì, 12 Giugno 2006 si apriva con notizie importanti per la città di Sansepolcro: voci vicine ai vertici dello stabilimento Buitoni, davano per raggiunta un’intesa tra sindacati dei lavoratori e Nestlè Italia. Una boccata d’aria fresca per gli operai del pastificio e un’ondata di speranza per tutti coloro che alla Buitoni sono affezionati, per tutti coloro che vedono nella Buitoni il simbolo della città, una città che continua a credere nella “sua” fabbrica , portando avanti il lavoro che fu dei nostri nonni e bisnonni.
Nonostante questa schiarita sull’immediato futuro dello stabilimento di Sansepolcro, non possiamo considerare risolta la questione; non vorremmo che questo momento di calma apparente, preludesse ad una tempesta di ben più gravi proporzioni. Per un futuro denso di nubi, c’è un passato che si veste di estrema chiarezza…quella chiarezza che la perfezione della logica dei numeri e del profitto, non riescono a  dare. Sto parlando della chiarezza e della sicurezza che possono dare i valori, quegli stessi valori che caratterizzavano la “famiglia degli operai della Buitoni”, uniti dalla coscienza di classe e riuniti, nella consapevolezza di essere piccole parti operative, indispensabili al funzionamento di un ingranaggio più grande. Tutto questo ha permesso alla Buitoni di diventare ciò che è oggi, in un percorso di crescita industriale, sociale e culturale che costituisce la base sulla quale poter ripartire. Attenzione: non si tratta di ricostruire lo spirito di allora e nemmeno di concentrarsi su improbabili utopie. Basta semplicemente ripartire da subito, dall’affetto e dalla dedizione al lavoro dimostrate dagli operai del pastificio in questi giorni difficili, giorni di rabbia ma anche di grande dignità, dimostrata ma mai urlata.
Noi, giovani del borgo, siamo depositari di un grande patrimonio che non deve e non può essere dimenticato; quante volte il nostro nonno ci ha raccontato di quando lavorava alla Buitoni? Quante volte abbiamo sentito parlare dei biscotti Nipiol, che quando venivano sfornati diffondevano il loro aroma per tutta la città…? Chissà quante volte abbiamo ascoltato  quella storia, sempre la stessa storia fino alla nausea. Beh, invito chi come me ha avuto questa fortuna, a ripensare a quella storia, perché è storia della nostra città, delle nostre famiglie e vorremmo che divenisse anche la “storia del nostro futuro“, quella da raccontare ai nostri nipoti quando toccherà a noi farci portavoce dello spirito e del passato familiare e domestico del caro, vecchio stabilimento Buitoni.
Laura Polverini 1985

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...