Riunione dei sindaci a Pieve S.Stefano sul tema della E45.

Nella giornata di sabato 8 luglio 2006, si è svolta presso la sala consiliare del palazzo comunale, nonché sede dell’archivio diaristico di Pieve S.Stefano, la riunione dei sindaci di Pieve S.Stefano, Palazzeschi, di Sansepolcro, Franco Polcri, di Verghereto, Camillini e di Bagno di Romagna, Lorenzo Spignoli. Erano presenti pure il sindaco di Sarsina, i presidenti delle comunità montane Valtiberina Toscana e Appennino Cesenate ed alcuni assessori.

Fin dal primo momento le posizioni delle autorità locali si sono mostrate allineate sulle stesse posizioni, ovvero quelle di incitare l’ANAS ad intervenire urgentemente sulla manutenzione straordinaria e sulla messa in sicurezza dell’arteria, invece di occuparsi solamente della futura e ben poco realizzabile trasformazione in autostrada.

I sindaci e gli altri esponenti locali dei comuni romagnoli hanno denunciato la perseverante politica delle promesse dell’ANAS e il suo assenteismo in caso di interrogazioni o di convocazioni. Negli anni si è notata la mancanza di disponibilità, oltre che dei compartimenti ANAS di Bologna e di Firenze, anche da parte delle regioni e delle province delle aree interessate, rimaste a lungo estranee da tali vicende; una situazione che pure il sindaco Franco Polcri ha messo in evidenza. La seduta di sabato ha voluto così dare inizio ad un cammino nuovo, con le autorità delle vallate del Tevere e del Savio unite nel comune interesse di proporre alle istituzioni centrali, all’ANAS, al governo e al ministero delle Infrastrutture, un protocollo che imponga nel brevissimo periodo la messa in sicurezza dell’importantissima arteria. I sindaci romagnoli sono d’accordo pure sull’adozione di misure estreme, se ancora una volta trapelasse il disinteresse delle istituzioni centrali. E’ stato così deciso di convocare un’altra conferenza dei sindaci, includendovi, questa volta, anche quelli del comune di Mercato Saraceno, del comune di Cesena, Giordano Conti, di S.Giustino e di Città di Castello, da tenersi nel piazzale antistante l’area di servizio di Verghereto, prevista, per il momento, per sabato 29 luglio 2006. Degno di nota, è anche il fatto che, al giorno d’oggi, il ministro delle Infrastrutture è Antonio di Pietro, proprio colui che inaugurò, nel luglio del 1996, l’apertura al traffico del tunnel di Quarto, e che quindi dovrà manifestare una certa sensibilità nei confronti della E45.

Accanto all’urgenza della manutenzione, sottolineata in particolare da Giona Simoni, molto critico nei confronti del progetto di trasformazione in autostrada, è subentrata l’ipotesi costruttiva di una lunga variante al tracciato appenninico, di cui poter chiedere, a nome di tutte le realtà locali, ai ministeri competenti, l’inserimento nell’elenco delle grandi opere, come “seconda variante di valico”, data l’importanza nazionale dell’arteria: si tratta di una variante che, incredibilmente, per ragioni finanziarie, non è contemplata nel progetto di trasformazione in autostrada della E45. L’ANAS sembrerebbe favorevole all’allargamento della piattaforma stradale, da 14-16 a 25 metri, delle sole aree a valle, mantenendo inalterato il tratto appenninico. Questa è la parte del progetto ANAS che ha irritato le autorità locali, per cui l’ipotesi di una variante, che da Sansepolcro o da Pieve, giunge a Mercato Saraceno, da compiersi quasi interamente in galleria, e, ovviamente, con le tecnologie e le dotazioni di sicurezza odierne, sembrerebbe l’unica soluzione possibile, per il futuro, con ricadute di gran lunga positive per l’ambiente, per il paesaggio e per la sicurezza degli automobilisti nei mesi invernali. In aggiunta, con tale intervento si allontanerebbe il rischio di una catastrofe ambientale che interesserebbe l’invaso di Montedoglio, nel caso del ribaltamento, sul viadotto sovrastante, di un mezzo trasportante sostanze altamente pericolose.

 

                                                              Manuele Brizzi  

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...