PATTO D’ACCIAIO TRA VALTIBERINA E CESENATE

I Sindaci della Valtiberina Toscana, dell’Alto Savio e dell’Alto Tevere chiedono con urgenza un’incontro al Ministro delle infrastrutture, Antonio Di Pietro, per parlare della messa in sicurezza della E45, l’arteria oramai giunta al collasso e che molte preoccupazioni desta nelle locali amministrazioni. Un tavolo di confronto urgente ai massimi livelli istituzionali, ai quali non potrà mancare il Ministro Di Pietro.
E’ di vitale importanza che a breve si intervanga per la messa in sicurezza del manto stradale della superstrada che oramai è diventato un vero e proprio percorso ad ostacoli, con gravi rischi per l’incolumità di chi giornalmente deve transitare per la E45. La situazione è nota da tempo, il tratto che attraversa la Valtiberina Umbro-Toscana e l’Alto Savio, è al collasso e sono oramai anni che lo si considera un cantiere aperto. Tale situazione crea gravi danni sia a livello economico, infatti molti automobilisti conoscendo lo stato del manto stradale preferiscono altre vie per accedere alle località di mare, sia per la pericolosità: assistiamo oramai settimanalmente a gravi incidenti, soprattutto nel periodo invernale. Confronto tra amministratori quindi nella stupenda cornice dell’ipppodromo di Cesena, dove si sono ritrovati il Sindaco di Sansepolcro, Franco Polcri, in rappresentanza della città biturgense, il Sindaco di Cesena Giordano Conti, ed, in rappresentanza del Comune di Città di Castello e del territorio Altotiberino, gli Assessori, Domenico Duranti, Andreina Ciubini e Stefano Nardoni. Un patto d’acciaio che sembra doversi allargare anche ad altri Sindaci interessati alla messa in sicurezza della E45. Tutti concordi nel chiedere con urgenza un incontro con il Ministro Di Pietro, e complice l’ippodromo di Cesena, tra una corsa e l’altra, i Sindaci delle tre Regioni interessate dal problema, hanno deciso di mettere a punto un patto di collaborazione permanente, per cercare di giungere in tempi brevi ad una soluzione che tuteli tutti.

La serata è stata propositiva anche su altri temi, si è deciso infatti di lavorare per pianificare insieme progetti culturali, artistici, sociali ed economici che coinvolgano sempre di più le tre Regioni confinanti e legate, nel bene e nel male, dalla E45. L’unione fa la forza, auspicando anche nel sostegno dei Parlamentari locali, che, nel corso dell’affollata riunione, promossa dai Sindaci del comprensorio valtiberino e dell’Alto Savio, e tenuta nel mese di luglio nell’area di sosta Canilli di Verghereto, a domanda precisa, si erano detti disponibili a portare all’attenzione del Ministro di Pietro “il problema E45”.(da www.primopianonotizie.com)

Annunci

One thought on “PATTO D’ACCIAIO TRA VALTIBERINA E CESENATE

  1. Ritengo tale alleanza, che fa parte dei miei sogni più profondi, sia più che importante per lo sviluppo della nostra zona, per l’arricchimento culturale, vista la diversità degli stili di vita e del modo di pensare dei romagnoli, rispetto ai nostri, e per, ovviamente, rendere sicura la E45 e farne un collegamento indispensabile a tutti gli effetti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...