INCONTRO CON GIANFRANCO FINI A TUORO

   >>>GUARDA LA FOTOGALLERY COMPLETA>>>  
In un tripudio di tricolori, accolto dall’inno nazionale il Presidente di Alleanza Nazionale nonché ex Ministro degli Esteri Gianfranco Fini ha incontrato ieri i cittadini a Tuoro sul Trasimeno.

Dopo aver reso omaggio al monumento ai caduti di tutte le guerre, Fini si è diretto verso la piazza del Municipio del comune lacustre dove ha tenuto un comizio di circa un’ora in cui ha toccato tutti i temi dell’attualità e dell’immediato futuro della Politica nazionale, ricordando il proprio operato come Ministro e le due leggi, su immigrazione e lotta alla droga, che portano il suo nome.

Dure critiche al Governo, ma soprattutto alla Sinistra radicale. “Dove sono finiti” si chiede Fini “tutti quelli che giustamente vengono chiamati pacifinti ora che il Governo approva una missione di pace simile se non identica a quella in Afghanistan?”

Fini ricorda le divisioni dell’attuale maggioranza, decisamente troppo eterogenea e riafferma il ruolo di opposizione severa, ma costruttiva del suo partito.

Sciagurato, secondo il leader della Destra italiana, il provvedimento sull’indulto, che ha recentemente rimesso in libertà numerosi detenuti. Fini ricorda alcune sue proposte sull’argomento ricordando l’importanza della certezza della pena. “Se il numero dei detenuti è in eccesso non si devono lasciare delinquenti in libertà, ma si devono costruire nuove carceri”.

Fini parla anche del Decreto Bersani sulle liberalizzazioni. Il decreto secondo l’ex titolare della Farnesina doveva andare a colpire i grandi monopoli, mentre il Governo ha deciso di penalizzare i tassisti. Anche questo, secondo Fini, è un segnale della cultura della Sinistra che sta oggi penalizzando quelle classi sociali solitamente ad essa avverse.

Gianfranco Fini difende le linee fondanti della legge sulla droga. “La Sinistra mente sapendo di mentire quando dice che vogliamo mettere in galera chi si fa uno spinello, ma vogliamo che sia chiaro che non esiste un diritto a farsi del male. Se chi non allaccia le cinture di sicurezza in auto viene punito con una multa perché chi addirittura si droga, arrecando a sé stesso un danno ancor maggiore, non dovrebbe essere assoggettato al pagamento di una ammenda? Sono gli spacciatori a dover andare in galera”.  Fini parla anche della Finanziaria che prossimamente giungerà all’esame del Parlamento dicendosi preoccupato per l’intenzione del Governo Prodi di reintrodurre il Ticket per i ricoveri ospedalieri abolito da Berlusconi. “Se fanno questo come faranno a dire di essere dalla parte delle famiglie più povere e svantaggiate?”.

Il fondatore di AN ricorda inoltre che per famiglia non può intendersi altro che non sia l’unione tra un uomo e una donna, ma non per asservimento ai dettami della Chiesa bensì per “diritto naturale”.

Particolarmente apprezzato dal numeroso pubblico il ragionamento su immigrazione e integrazione. Fini ha ribadito che integrazione significa rispetto reciproco tra i popoli e ha lanciato un chiaro monito al Governo affermando che “non bastano 5 anni per ottenere la cittadinanza e comunque non è semplicemente concedendo la cittadinanza che si fa integrazione. I casseurs francesi e gli attentatori di Londra erano rispettivamente cittadini francesi e inglesi”.

L’ultimo appello è rivolto ai militanti e in particolare ai giovani impegnati in Politica, esortati a non ricercare una politica dello scambio (voti in cambio di favori personali), ma una Politica fondata sulla difesa dei valori. Fini, che ha più volte ricordato il servitore dello Stato Emanuele Petri, originario di Tuoro, ha dunque raccolto il saluto della piazza del Municipio e si è trattenuto nel piccolo centro lacustre per la serata.
 >>>GUARDA LA FOTOGALLERY COMPLETA>>> 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...