IL CONSIGLIO REGIONALE SALVA NUOVE ACQUE

Già nei giorni passati avevamo espresso qualche perplessità sul voto ormai imminente del Consiglio Regionale sulla proposta di Legge di Iniziativa Popolare sul ritorno alla gestione pubblica dei servizi idrici.
Quel voto è infine arrivato ed è andato ancora peggio di come avevamo temuto. Contro la proposta di Legge hanno votato non solo l’Ulivo, ma anche Udc, Forza Italia e AN!
Anche in considerazione delle assicurazioni giunte a più riprese da consiglieri regionali azzurri negli ultimi mesi questa scelta dei gruppi consiliari del centrodestra regionale suona molto strano e attendiamo ora che quei gruppi spieghino ai cittadini i motivi di un voltafaccia così grave. Un voto diverso, va detto, non avrebbe impedito a DS e Margherita (che contano 34 consiglieri su 65 in Regione) di bocciare una proposta di Legge sostenuta da quasi 43.000 firme di cittadini toscani, ma sarebbe stato un bel segnale di rispetto per la volontà popolare.
La Sinistra Radicale in Consiglio Regionale ha commesso l’errore di caratterizzare troppo come “cosa sua” questo provvedimento, mentre sarebbe stato opportuno concentrarsi sul suo contenuto e sul grande beneficio che avrebbe reso a tutti i cittadini della Toscana. Bisognava convincere soprattutto la maggioranza ulivista della validità del progetto e Rifondazione aveva dalla sua parte un’arma importante: il programma nazionale dell’Unione in cui vengono stabiliti criteri per la gestione dei servizi idrici coincidenti con quelli proposti dall’iniziativa di Legge popolare…
Ma non vogliamo caricare troppe colpe alla Sinistra Radicale, che ha combattuto onestamente questa battaglia insieme a noi, perché quello che è avvenuto è il frutto di un’intera classe politica che ha perso la sua ragion d’essere, che ha smesso di essere emanazione del popolo ed è diventata solo uno strumento nelle mani delle segreterie dei Partiti. Questo è il prodotto di una Legge elettorale regionale (che ha ispirato poi quella nazionale) che, togliendo ai cittadini il diritto alla preferenza, ha riempito il parlamento regionale di gente non eletta dalla gente, ma scelta dalle segreterie dei Partiti.
La nostra Lista Civica, lontanissima da queste logiche, continuerà a seguire tutte le strade possibili per riportare il servizio idrico in mani pubbliche, anche se questo voto del Consiglio Regionale rappresenta una battuta d’arresto durissima, sicuri del fatto che questa battaglia è giusta. Il resto non ci interessa.

Lista Civica Viva Sansepolcro

Annunci

2 thoughts on “IL CONSIGLIO REGIONALE SALVA NUOVE ACQUE

  1. Un saluto, apprezzo il commento che hai fatto, e concordo con te che i DC sono gentaccia, non voterò mai DC, quasi preferisco i DS (no, non voterò mai neanche quelli).
    Per ora voterò la LEGA NORD, il partito nel quale mi rispecchio di più.
    A risentirci

  2. Sono tutti uguali! sinistra o destra stessa minestra (questa usala la prox camp elettorale!)
    Vai avanti così mirchino!
    un bacio, chiaragax

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...