BENTORNATI A CASA CITTI!

Ci sei mancato Scorpione! Che bello riscoprirti stasera, a pochi giorni dal Natale, in una atmosfera quasi irreale. Questa sera mi sono sentito dentro un incantesimo, riportato indietro di qualche anno. C’erano tutti…un po’ invecchiati, ma c’erano tutti. Quelli che alle tre della domenica pomeriggio, quando ancora le partite di calcio si giocavano tutte insieme e tutte la domenica (sembra di parlare di un secolo fa!), seguivano i gol dal televideo del barettino dello Scorpione, per poi buttarsi in pista a scatenarsi sui dischi girati dallo Squalo (Antonello Antonelli di RVT). Quegli stessi che qualche anno dopo, quando ormai erano diventati “grandi”, arrivavano solo alle sette, dopo qualche giro di Corso, per fare lo struscio domenicale…un rito, quasi religioso, ripetuto ogni domenica.

Poi qualcosa si è inceppato, per qualche anno quella che era la nostra casa ha abbandonato il suo ruolo, forse anche noi abbiamo abbandonato lei, chi lo sa. Siamo andati altrove.

Ancora qualche sabato fa mi stupivo nel non riuscire a capire dove andassero a finire i giovani di Sansepolcro e dintorni il sabato sera. Poi sono ritrovato al Gradisca di Perugia…erano tutti lì! Ma cavolo, perché farsi 80 chilometri per andare a ballare?

Il fatto è che lo Scorpione, come dicevo alcune sere fa col saggio Lorenzo, non era semplicemente il luogo dove andare a ballare, ma un punto sicuro di ritrovo. Una specie di “casa”. Passati gli anni delle prime uscite la domenica pomeriggio, il sabato sera dello Scorpione era diventato ormai il punto di incontro sicuro tra tutti noi dopo una settimana vissuta, in genere, sui libri o magari a cazzeggiare di qua o di la…

Ecco perché stasera quando ho rivisto alcuni amici che da anni non vedevo più a ballare in altri locali, magari carini e con bella musica (e bellissime ragazze, s’intende), mi veniva spontaneo dire “Bentornati a casa”.

Malinconia? Nostalgia? Certo qualche anno è passato…se penso come eravamo e guardo come siamo l’emozione la fa da padrona. Chi studia ancora, chi già lavora da anni, il buon Riccardo che viene a ballare con la moglie, altri che si sono dati alla Politica…ne è passata d’acqua sotto il ponte del Tevere!

Ma anche per questo è stato bello ritrovarti caro Scorpione. E stato bello tornare a “casa”.

Annunci

20 thoughts on “BENTORNATI A CASA CITTI!

  1. La cosa più bella di ieri sera è stato rivedere i marciapiedi del Viale pieni di macchine, come ai bei tempi!!
    Speriamo che lo Scorpione torni il locale di una volta…
    una domanda: 15 euro non vi sembrano tantini???

  2. La cosa + bella un marciapiede pieno di macchine? E siamo messi bene….
    Vicious

    P.S.
    Da qualche parte con 15 euro ci entri tutto l’anno…e ti regalano pure 1 o 2 bevute…salute!

  3. Da una parte era ora, cavoli!E poi c’erano anche le new-entry di Castello che sono le top in assoluto!Ora occorre far arrivare anche le altre new che continuano ad andare al Gradisca e poi invitarle a considerare questo locale come un nuovo punto di ritrovo!E allora la clientela gira!E girerà anche l’economia di Sansepolcro.

  4. Boh, forse faccio parte di quelli che Manuele Brizzi in un suo post di qualche giorno fa descriveva più o meno come “sopravvissuti isolati che si rinchiudono nella loro categoria fingendo anche a sé stessi di essere i meglio…”, però lo Scorpione l’ho sempre fuggito con un certo disprezzo, a 15 anni, a 19 e a 25. Eh oh, ognuno c’ha i suoi gusti :-)

  5. Cavolo, ora si che il borgo cambia davvero! A quando il DJ REMORA di nuovo in consolle? Certo che ora il Sindaco Polcri potrà incontrarci davero in discoteca, ma soprattutto spero che in quell’occasione il Vice Mercati torni a mixare!

    l’avventore

  6. Vediamo con ordine…commenti 1 e 2…15 euro? Ma dove siete andare a ballare? Costa 10, 8 con la riduzione.
    A Emanuele (C) consiglio di fare un salto, in fondo tutto va provato prima di dire che fa schifo…anche l’impepata di cozze (che devo ancora provare tra l’altro…). Probabilmente per molti (non per me, non fino a questo punto) lo Scorpione rappresenta quello che per te è il Circolino, una specie di “seconda casa”.
    Questa è la sua grandezza. E le macchine sui viali sono sì una gran cosa! Ma insomma vogliamo stare sempre qui a lamentarci che non c’è niente e poi quando aprono un locale ci si lamenta delle macchine? O ci si lamenta per gli “schiamazzi” del Circolino? Su dai, va bene Piero e tutte le altre belle arti, ma i giovani di Sansepolcro dovranno pure incontrarsi da qualche parte!
    Un po’ più di tolleranza magari non guasterebbe, che ne dite?

  7. Chissà se il mitico Squalo sarà contento di esser confuso con l’inossidabile Antonello, chissà cosa ne pensa la Tania, ma tu eri giovane e pensavi solo alla gnocca…eh eh eh

  8. In passato ci sono capitato qualche volta, ma non fa per me. È probabilmente un’avversione in generale verso le discoteche; personalmente sto molto meglio al Circolino, che del resto per molti è solo un posto schifoso pieno di fricchettoni. Sono gusti, alla fine.

  9. al di la’ dei ricordi e dei sentimenti che un posto puo far rivivere,ai quali possiamo essere piu o meno legati, mi chiedo perchè a sansepolcro bisogna sempre e solo respirare qust’aria di conservazionismo.sembra che le persone siano legate sempre e solo ai soliti posti,divertimenti,abitudini e idee.non vedo mai una ricerca di innovamento o delle proposte alternative alle solite ma anzi…. come fate ad non esservi ancora stancati?non che lo scorpione non debba riaprire ma puntiamo e sforziamoci di creare anche nuove forme di svago serale che non sia la solita discoteca, che a non tutti non piace.a parte rare volte sono costretto a fare svariati chilometri per trovare qualcosa che mi stimoli;invece di far scappare la gente perchè non la richiamiamo?

  10. Servirebbe qualcosa di nuovo, sono pienamente d’accordo, ma avete visto cosa è successo con i locali nuovi aperti negli ultimi anni, tipo il D…xs? Purtroppo è un fatto di mentalità, chi fa qualcosa di nuovo al Borgo viene visto come un alieno… E allora intanto recuperiamo quello che già avevamo, come lo Scoprione, per poi provare a fare qualcosa di nuovo.
    Forse dovremmo cominciare a pensare che qualcosa di bello può esserci anche al Borgo e non c’è bisogno di andare a Castello o addirittura a Perugia per trovare di meglio…

  11. Due parole sullo Scorpione. Le merita. Ho iniziato a frequentare lo Scorpione nel 1986, allora avevo 14 anni. La prima volta, ci andai una domenica pomeriggio, una come tante. Con due amiche di allora, una biturgenze Alessia – che ora abita nell’aretino- mia coetanea, e un’altra ragazza più grande di noi, originaira di Pieve, ora sposata con figli. Quest’ultima allo scorpione ha conosciuto il suo attuale marito. Non le frequento più da quei tempi e neanche ci sono rimasta in contatto. Mi ricordo l’emozione appena entrata. Per le altre non era la prima volta, ed erano molto disinvolte, io no invece, goffa e ritirata. Mi lanciarono in pista, ma mi sentivo fuori luogo. Poi col tempo, mi sciolsi e la domencia pomerggio era un giorno speciale, non si vedeva l’ora di andare a ballare. Allo Scorpione ho vissuto le mie prime cotte e ho incontrato il mio primo ragazzo. Ho ballato sul cubo e conosciuto tanta gente. Ci ho anche lavorato allo Scorpione, per un pò di tempo, facevo la barwoman. Correva l’anno 1986, avevo 16 anni, e facevo le superiori. Il giorno di Natale di quell’anno brindammo con un bicchiere di Drambuie !! Ho avuto modo di conoscere Beppe Muscinelli, il patron del locale. Persona squisitamente educata e con modi gentili. Un gran signore, molto professionale nel lavoro. Si facevano cene con i fratelli Muscinelli, Beppe ed Enzo, con i camerieri e i baristi e si andava tutti a ballare a bagno di romagna. Che serate, indimenticabili. Un pò più cresciutella andavo a ballare la domenica sera allo Scorpione. Chi non se lo ricorda? Venivano da tutto l’aretino e da Perugia la domenica. Era il posto più in, nel giro di 100 chilometri. La musica poi era davvero bella. Anni ’80!!!! Si stava in pista anche delle ore senza annoiarsi mai. Lo scorpione ha rappresentato per me adolescente un punto di riferimento, un luogo caro dove ho fatto tante amicizie, dove ho imparato a vivere e conoscere il mondo, dietro casa. Rimarrà sempre nel mio cuore. Lunga vita allo Scorpione che possa ritornare il locale di allora !!! baci, Marion

  12. Cosa significa “avete visto cosa è successo a locali aperti ultimamente tipo D…xs?????” sarei felice se ricevessi una risposta…..

  13. Quello che ho già detto, cioè che dovremmo cominciare a pensare che qualcosa di bello può esserci anche al Borgo e non c’è bisogno di andare a Castello o addirittura a Perugia per trovare di meglio…
    Il Drinxs è un bel locale, meriterebbe più pubblico, tutto qui.

  14. Si, va bene deve essere rivalutato. Ma non potete considerare Lo Scorpione come il Gradisca. Per me un posto vale l’altro; lo Scorpione non è molto grande e poi le uscite di sicurezza? Se le sono scordate? Io le poche volte che ci sono andata, mi sembrava di soffocare. Ora, con la nuova gestione non ci sono stata, però prima era veramente orrido. Ma un sito web la discoteca Lo Scorpione non ce l’ha? Come il Formula con le foto ect…
    Va beh, sono miei pensieri e riflessioni.
    Bye

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...