DOVEROSA PRECISAZIONE A BRUNO GRAZIOTTI

(ma soprattutto ai cittadini del Trebbio e di Gricignano!)

   In una intervista rilasciata a TRG dal capogruppo dell’Ulivo Bruno Graziotti sono state fatte affermazioni del tutto errate circa la mozione presentata dalla Maggioranza sul tema della viabilità con particolare riferimento al tracciato della E78-Due Mari.

   L’ex vicesindaco diessino tende a confondere i progetti del suo gruppo con quelli dell’attuale Amministrazione…ma vediamo il perché.

   Secondo Graziotti è assurdo pensare a un nuovo svincolo all’altezza del Trebbio per far confluire la E78 nella E45, causando un enorme aumento del traffico e deturpando in maniera definitiva la pianura nelle frazioni di Gricignano e, appunto, del Trebbio.

   Peccato che Bruno Graziotti si sia confuso…questa proposta che finalmente anche lui reputa inaccettabile, era quella della passata Amministrazione, dunque almeno in parte anche la sua!

   Nella proposta della Maggioranza (che, va ribadito, è una proposta da sottoporre a una attenta analisi condivisa con i comuni limitrofi, sia toscani che umbri, non si pongono aut-aut di nessun tipo, ma si invita a una riflessione che permetta di individuare il tracciato migliore) non parla affatto di realizzare nuovi svincoli, tanto meno al Trebbio! Quella è la proposta contenuta nel Piano Strutturale di Ugolini ed appartiene ormai a un modo di progettare le infrastrutture sconfessato dalla storia e dalla tecnica, oltre che dalla pianificazione dei trasporti!

   La confluenza proposta tra E78 ed E45 dovrebbe invece realizzarsi in uno svincolo che già esiste, quello di San Giustino. Il passaggio in territorio biturgense della E78, qualora si accettasse questo tracciato, sarebbe del tutto marginale e andrebbe, al massimo, a sfiorare il confine di regione…

   Chiedo dunque al capogruppo dell’Ulivo di porre maggiore attenzione in quello che afferma, visto che l’ansia del suo gruppo politico di criticare per partito preso ogni scelta progettuale della Maggioranza rischia in certi casi di porre l’Ulivo in una condizione davvero imbarazzante.

   Nel merito di quello che afferma, cioè della scelleratezza di un nuovo svincolo al Trebbio, non posso invece che essere pienamente d’accordo con lui…del resto sia Viva Sansepolcro che le altre forze della Maggioranza già lo dicevano in tempi non sospetti, ovvero quando l’ex Sindaco Dario Casini (ma Bruno Graziotti non era il suo vice?) proponeva un tracciato tutto toscano della Due Mari e quando poi il suo erede Ugolini mise quello svincolo nel Piano Strutturale…

 

Mirco Giubilei

Coordinatore di Viva Sansepolcro

Annunci

3 thoughts on “DOVEROSA PRECISAZIONE A BRUNO GRAZIOTTI

  1. Vedi caro ingegnere… a cosa serve una strada che passa nel nostro territorio, ma poi va a San Gisutino. Forse a isolare ancora di più il nostro territorio portandovi una nuova ferita che non è nemmeno utile. Sei geniale e anche Graziotti.
    Spero che spiegherete bene quello che volete fare di questa città noi poveri cittadini non ci capiamo molto.
    ps
    nel passato piano se ho capito bene al trebbio doveva uscire la e45 evitando la sciagurata uscita in mezzo alla città

  2. CDL E VIVA SANSEPOLCRO PRESENTANO MOZIONE SU E78-DUE MARI

    IL CONSIGLIO COMUNALE
    premesso che:
    ·La SGC E 78 Grosseto-Fano detta dei “Due Mari” nel tratto Palazzo del Pero – Le Ville di Monterchi presenta i tratti centrali non ancora completati;
    · E’ previsto il completamento e la messa in esercizio di tutto il tratto Palazzo del Pero – Le Ville di Monterchi entro l’anno 2007;
    · Che tutti i progetti proposti e analizzati dall’A.N.A.S. e dalla Provincia di Arezzo per il tratto di superstrada mancante da Le Ville all’intersezione con la E45 Orte-Ravenna, prevedono anche la realizzazione di una bretella (by-pass) a nord dell’abitato di Le Ville che collega direttamente la Valsovara;
    · Che il Consiglio Comunale di Monterchi con propria deliberazione n. 19 del 22/8/2005, unanimemente approvata, ha ribadito la netta ed irrevocabile opposizione a qualunque ipotesi di tracciato che percorra la Valcerfone e la Valpadonchia che non tenga conto dei parametri tecnico scientifici già ampliamente elaborati e discussi;
    · Che fra le ipotesi di tracciato vi è anche quella di intersecare le due arterie al confine tra i comuni di Sansepolcro (AR) e Sangiustino (PG);
    · Che questa ipotesi potrebbe sostituire il by-pass a nord dell’abitato di Le Ville;
    · Che questo tracciato valorizzerebbe le zone industriali dei comuni toscani di Sansepolcro e Anghiari e di quelli Umbri di Sangiustino e Citerna;
    · Che creerebbe meno difficoltà tecniche del tracciato proposto dai comuni Umbri e minori costi di realizzazione;

    Tutto ciò premesso:

    SOLLECITA

    1. Una rapida decisione circa l’itinerario del tratto mancante da Le Ville all’innesto con la SGC E45 Orte Ravenna, confermando al soluzione di minor impatto e più economica fra quelle interessanti la val Sovara
    2 La progettazione e realizzazione in tempi rapidi di un primo tratto da Le Ville alla Val Sovara con il collegamento con la SS Senese-Aretina;

    DELIBERA

    di dare la disponibilità per la realizzazione nel territorio del Comune di Sansepolcro, al confine con la regione Umbria, del tracciato necessario per il ricongiungimento e l’innesto tra la SGC E 78 e la SGC E45 nel tratto tra la frazione Trebbio del comune di Sansepolcro e lo svincolo di Sangiustino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...