CANILE O CANAIO?

Dopo qualche post “leggero” fatemi tornare per un po’ a fare il giovane coordinatore della Lista Civica che governa il Comune di Sansepolcro. E’ nata ieri sulle pagine del Ghiozzo una polemica causata da un articolo a firma Liliana Faldi, presidente della lista animalista e ambientalista della Rondine che compone insieme a Viva Sansepolcro e alla CdL la maggioranza nel nostro Comune.

L’articolo è principalmente centrato in un’accusa di incoerenza all’indirizzo dell’Assessore alle attività produttive e presidente di Viva Sansepolcro Ferdinando Mancini (che ha poi replicato).

Non voglio fare l’avvocato difensore di nessuno, ma di certo è stata accusata secondo me la persona sbagliata! Mancini è stato il primo a interessarsi del problema Canile già quando molti di noi nemmeno sapevano del progetto scellerato di realizzare il canile comprensoriale in una landa sperduta del comune di Badia Tedalda. E’ stato sempre Mancini a guidare Viva Sansepolcro in consiglio comunale quando quello dei Civici fu l’UNICO gruppo a votare contro la realizzazione di quel canile (favorevoli invece Ulivo, Rifondazione e CdL). E’ stato ancora Mancini pochi giorni fa a far sì che quella delibera oggi criticata dalla Rondine fosse ancora più gravosa. E’ stato lui infatti a insistere affinché il mutuo acceso dal nostro Comune venisse acceso per la realizzazione di un canile sanitario a Sansepolcro da realizzare quanto prima. Nessuno al posto suo avrebbe potuto ottenere risultato migliore, eppure anziché ringraziamenti giungono critiche…

E’ vero che ormai Ferdinando deve esserci abituato, avendo subito in questi mesi ogni sorta di accuse e insinuazioni, ciò che è più grave persino sul piano personale, fantasiose e fantasmagoriche, ovviamente tutte palesemente false. La sua storia politica personale, la sua coerenza e l’intransigenza di alcune sue posizioni stanno molto sulle scatole a qualche sgherro della “vecchia guardia”, ma è bene che il Mancione continui sulla sua strada senza distrazioni, saranno i risultati a parlare per lui.

La posizione della Rondine va oggi paradossalmente a ledere le legittime speranze degli animalisti stessi, favorendo invece coloro che (la follia non ha mai limite…) vorrebbero accorpare il canile sanitario al canile rifugio di Badia! Mi auguro dunque che la Rondine si renda presto conto dell’errore commesso e torni proficuamente a collaborare con l’UNICA forza politica che ha sempre e coerentemente sostenuto la necessità di ovviare a un errore mastodontico commesso da chi ha governato Sansepolcro e la Valtiberina prima di noi.

(nella foto: da sinistra Ferdinando Mancini, Liliana Faldi e il Sindaco Franco Polcri)

Annunci

One thought on “CANILE O CANAIO?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...