Telese a Perugia nel segno di Berlinguer e Gaber

Appuntamento che difficilmente verrà dimenticato dai numerosi presenti quello di giovedì 28 gennaio a Perugia per la presentazione dell’ultima fatica letteraria del giornalista Luca Telese dall’evocativo titolo “Qualcuno era comunista”. Il titolo riprende appunto una delle celebri prose-canzoni di Giorgio Gaber. Ad organizzare l’incontro il consigliere regionale tifernate Oliviero Dottorini, capogruppo IDV, anch’egli giornalista ed autore nel 2003 insieme allo stesso Telese del saggio “Lula! Storia dell’uomo che vuole cambiare il Brasile (e il mondo)”.

Luca Telese è noto al grande pubblico per le frequenti partecipazioni a programmi televisivi di informazione e per la conduzione del programma Tetris su La7 che tra l’altro riprenderà mercoledì prossimo con una puntata su quella che possiamo ormai chiamare “l’Italia dei tetti” ovvero del lavoro sempre più precario e sulla “macelleria sociale” che ne sta derivando.

Telese apre la sua presentazione nel segno di Enrico Berlinguer, leader storico del PCI e grande sostenitore dell’importanza della “questione morale” che andrebbe ricordata, vista la sua forte attualità, anche oggi, ad oltre 25 anni dalla scomparsa del segretario comunista.

Telese guida il lettore attraverso le esperienze più significative degli anni della segreteria Berlinguer, dall’affermazione dell’Eurocomunismo al golpe in Cile contro Salvador Allende, dall’attentato a Sofia contro lo stesso Berlinguer dopo l’opposizione ferma di quest’ultimo rispetto all’invasione sovietica della Cecoslovacchia fino all’approdo del “compromesso storico” con Aldo Moro.

Telese ripercorre poi la fine del PCI con la svolta della Bolognina all’indomani della caduta del Muro di Berlino. Vengono proiettate anche alcune immagini girate da Nanni Moretti nelle sezioni del PCI nelle settimane che segnarono il travagliato passaggio dal PCI al PDS con i dibattiti accesissimi tra i tesserati dell’ultimo grande partito di massa italiano.

I paragoni tra quel PCI che stava finendo e il PD attuale sono ovviamente inevitabili tanto nella riflessione di Telese che nel dibattito col pubblico che ne segue. Nel grande travaglio dell’identità tra ex e post comunisti chi è e chi può dirsi comunista, o se preferite di sinistra, oggi?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...